Come organizzare un evento?-lezione2-primi passi per una buona comunicazione-

Dopo una breve analisi e (ri)costruzione teorica del progetto,passiamo ad una voce  importante che fiancheggierà la nostra idea per tutta la sua vita dall’ introduzione e sviluppo nel mercato sino agli arrivederci: parliamo di Comunicazione.Su questo argomento dovremmo scrivere tomi leggendari,pertanto ci limiteremo ad  elencare le prime fasi:OBIETTIVI della comunicazione: farci conoscere,ricordare l’evento a chi già lo conosce,campagna di fidelizzazione,coccolare i contatti già ottenuti nelle precedenti edizioni,trovare  nuovi visitatori,integrare un piano strategico multisettoriale….TARGET: parlo a chi non conosce l’evento o a chi già lo conosce?parlo ad un pubblico giovanile o maturo?.IDEA:troviamo un espediente:volantini,blog,pubblicità online,radio,giornali,cartellonistica…PAROLE CHIAVE (ecco che tornano)armiamo le nostre comunicazioni di slogan,facili da ricordare e immediatamente ricollegabili al nostro evento e al suo contenuto.TEMPO:quando e per quanto tempo soffieremo linfa alla promozione?valutiamo i fondi e gli obiettivi che vogliamo raggiungere.Un consiglio spassionato:la semplicità paga e ricordate “dite sempre la verità, è più facile da ricordare”.

Un ottimo espediente per una comunicazione più estesa è la costituzione di una mailing list e/o di una news letter(mail di  nostre pubblicità e comunicazioni previa accettazione del pubblico quindi  NON esagerate ). Estendere l’invito di partecipazione a giornalisti locali e troup televisive è sempre cosa assai gradita.Istituite un ufficio stampa formato da personale con spiccate doti di public relation,per dare massima disponibilità a chiunque voglia instaurare una comunicazione con la vostra organizzazione.riguardo alla  pubblicità: volantini,sito web,blog ecc- usate più immagini che parole e servitevi sempre di un vostro logo e sloganper caratterizzare e distinguere il vostro evento dagli altri.

  • Lezione1 (l’idea e il progetto)
  • Lezione2 (parliamo di comunicazione)
  • Lezione3 (rendiamo unico il nostro progetto)
  • Lezione4 (come comunicare lato pratico)
  • Lezione5 (Segmentazione del mercato)
  • AIUTACI :  COMMENTA dando un voto sull’utilità dell’articolo da 1 a 5
    la mail nel commento é ANONIMA!!!

    Annunci

    Come organizzare un evento?-lezione 1-diamo un corpo alla nostra idea-

    Per prima cosa analizziamo più a fondo la nostra idea: Progettare un evento non è cosa semplice, lo è ancor meno se non si ha ben chiaro in mente cosa si vuol fare e dove si vuole, o meglio si desidera arrivare.Partiamo dal Brief.(briefing) diamo un nome al nostro progetto,tanto per entrare in confidenza con questo ancor etereo personaggio.analizziamo da dove questa idea viene fuori e inseriamola in un contesto reale,cerchiamo cioè di raccontare la sua storia,facendo attenzione a come desideriamo farla vivere.Poniamoci degli obiettivi,immediati o futuri,siamo all’inizio possiamo  anche pensare in grande….esageriamo pure.Valutiamo e consideriamo a chi vogliamo rivolgerci(target):organizziamo un concerto di musica classica o una fiera di bestiame?qualsiasi cosa sia individuiamo i nostri potenziali visitatori,clienti,contatti,collaboratori e le loro potenziali caratteristiche.Un buon evento è nulla senza promozione,quindi scegliamo un tono per le nostre comunicazioni future(tono giovanile,aggressivo o riservato ad un elite di esperti del settore…)Non dimentichiamoci dell’utilità di parole chiave,che richiamino il succo del progetto.usate parole che rimangono in testa a voi,ai vostri colleghi e magari al pubblico;risulterà utile nel futuro.Eccellente! siamo giunti al punto 2 ora armiamoci di senso critico e raziocinio e usando martello e scalpello togliamo la roccia di troppo al nostro progetto.Non voliamo troppo alti guardiamo la realtà ovvero quali sono i principali limiti dell’idea:ho le conoscenze sufficienti,i fondi?quante idee simili ci sono in giro?come posso renderla speciale?analizziamo i possibili costi&ricavi, i nostri punti di forza e le possibili debolezze ovvero un  analisi swot come la chiamano gli esperti.Analisi ancora a grandi linee col fine di evidenziare una prima rotta d’azione.Valutiamo anche ciò che abbiamo già a disposizione e può esserci utile(immobili,mezzi di trasporto,scenografie,contatti,colleghi,amicizie,competenze proprie….).

  • Lezione1 (l’idea e il progetto)
  • Lezione2 (parliamo di comunicazione)
  • Lezione3 (rendiamo unico il nostro progetto)
  • Lezione4 (come comunicare lato pratico)
  • Lezione5 (Segmentazione del mercato)
  • AIUTACI :  COMMENTA dando un voto sull’utilità dell’articolo da 1 a 5
    la mail nel commento é ANONIMA!!!

    Festival della Scienza

    E’ iniziato oggi il festival della scienza, Genova ancora location di questa manifestazione di importanza  internazionale,conferenze,laboratori,esibizioni,teatro,spettacoli per 13 giorni dal 23 ottobre al 4 novembre.

    Arruolatomi nella squadra di animatori, vi rimando per   qualche preziosa informazione sull’organizzazione dell’evento …. in particolare su come è organizzato un INFOPOINT al blog del festival della scienza.

    Vi lascio il link del Festival della scienza per le foto delle scorse edizioni. 

    ciao a tutti da Rivierainfiera
    Buon Festival della scienza

    Come organizzare un evento -Balla coi Cinghiali insegna- 1

    Un successo strepitoso anche quest’anno. Parliamo con Roberto e scopriamo perchè  questo evento ha funzionato. A breve caricheremo anche la galleria fotografica e video della tre-giorni di Balla Coi Cinghiali vi aspettiamo su Rivierainfiera!!!!